IL COMUNE DI BARI ACQUISTA DALL’AMTAB 3 MINIBUS MA QUALCOSA NON TORNA E CARADONNA CHIEDE A DECARO DI APPROFONDIRE

Il comune compra dall' AMTAB 3 minibus a € 7.500 oltre iva cadauno (2 da donare al politecnico e 1 per il servizio bus navetta del cimitero). Stesso mese sempre l’amtab pone a base d’asta una serie di minibus analoghi a quelli venduti al comune a 500,00

Ha davvero dell'incredibile quanto accaduto in consiglio comunale, in particolare nel corso della riunione della massima assise cittadina del 5 aprile scorso relativo alla seduta monotematica dell’AMTAB.

“Non riesco a comprendere -dichiara il consigliere Caradonna – alcune dinamiche che mi lasciano alquanto perplesso. Il Vice Sindaco e assessore Vincenzo Brandi, (con ben otto deleghe, che a suo dire lo impegnano troppo) nel giustificare la lunga attesa per l'attivazione del bus navetta all'interno del cimitero barese, ha fornito una serie di documenti dai quali si dovrebbe "evincere" la migliore soluzione in termini di contenimento della spesa per l'acquisto del mezzo.

Invece da un esame attento della documentazione emerge che il Brandi insieme all'assessore Romano ha chiuso un accordo con l'AMTAB per l'acquisto di n.3 minibus, che sono costati al comune di Bari € 7.500,00 + iva ciascuno. Potrebbe essere tutto normale se non ci fosse un aspetto davvero curioso.

Da un confronto tra la documentazione presentata da Brandi, nello specifico, la comunicazione di cessione dell'AMTAB del 13 gennaio 2016 protocollo n.644 dei 3 minibus al costo di € 22.500,00 oltre iva complessivi, e l'avviso di vendita della stessa AMTAB datato 7 gennaio 2016 con cui vengono messi in vendita una serie di automezzi, (stessa data di immatricolazione per tutti 2006 e stesso modello Mercedes 311CDK 35/35), salta subito all'occhio di chiunque, che quelli venduti al comune di Bari sono stati venduti ad un costo di € 7.500,00 + iva ciascuno mentre altri sono stati proposti a base d'asta a soli € 500 euro e a questo punto, forse, non sarebbe male conoscere a chi sono stati aggiudicati.

Pertanto, ho chiesto al sindaco Antonio Decaro che vengano urgentemente acquisite e verificate le perizie dei minibus a base d'asta e le perizie relative ai minibus acquistate dagli assessori Brandi e Romano, per meglio comprendere le reali motivazioni dei costi così differenti dai tre automezzi acquistati dal comune.

Gli altri non erano in buono stato? Erano carenti di manutenzione da parte dell'AMTAB? oppure quelli acquistati erano stati meno utilizzati e quindi non era necessario il loro acquisto negli anni precedenti? Insomma un chiarimento è necessario. Come si dice? Oltre il danno la beffa. Tra l'altro, considerata la necessità di servizi essenziali per le categorie fragili della nostra città, come quello del trasporto pubblico, pur apprezzando la destinazione di due dei tre minibus ai giovani studenti del Politecnico, sarebbe stata apprezzabile la loro disponibilità per i malati del Policlinico e per i loro familiari.

Apprendo inoltre da alcuni quotidiani che il servizio del Bus navetta all’interno del cimitero forse sarà attivo nei prossimi mesi e solo nei week end, condizionando così le scelte di taluni cittadini di andare a visitare i propri defunti solo in quei giorni.

Evidentemente per l’assessore Brandi le persone con disabilità e gli anziani e tutti coloro che necessitano del bus navetta sono tali solo per due giorni alla settimana e certe convinzioni mi lasciano profondamente esterefatto, soprattutto per l’insensibilità dimostrata per l’ennesima volta. Mi auguro che questa volta intervenga il Sindaco Decaro a ripristinare pari diritti e dignità per tutti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.